News

Playday 2017 di Licia Ellero

PLayday…Playday…PLayday

Quest’anno la nostra piccola comunità d’archi ha partecipato a ben due Playday!!! A Bologna il 19 febbraio e ad Asolo il 2 aprile.  A febbraio i nostri giovani musicisti hanno suonato con ragazzi dell’Emilia Romagna a Bologna.

L’incontro era destinato ad allievi delle Scuole medie ad indirizzo musicale (SMIM), ma aperto a tutti. L’incontro è iniziato alle 11 del mattino, con due ore e mezzo di prove, poi il pranzo, ancora una piccola prova e poi..due concerti. Infatti la sala che ci ospitava non era molto capiente, e per far ascoltare a tutti i genitori il frutto del nostro lavoro si è deciso di fare due esecuzioni. I brani suonati: Dindirndin, danza rinascimentale, Norvegian dance di E. Grieg e Summer Stomp, un’allegra melodia arrangiata per orchestra giovanile.

Faticoso? Si un po’…ci siamo alzati all’alba, ma ne è valsa la pena!!!!

Il 2 aprile secondo appuntamento. L’incontro si è svolto nel bellissimo Teatro Duse del Castello di Asolo . Hanno partecipato ragazzi di tutto il Triveneto….120 in tutto, divisi per livello in tre Orchestre. Alle dieci e quaranta eravamo già  accordati e pronti per studiare con i nuovi compagni. Tutti attentissimi, concentrati…e pure silenziosi!!! Solo la musica e tanto impegno per riuscire a preparare il Concerto finale. Bravi!!!!!

I principianti hanno suonato, diretti da Maria Campagnaro , Can Can, Kalinka e il Tema della Primavera di Vivaldi. A seguire l’Orchestra  “B” con brani di Mozart, sapientemente arrangiati da Marcella Campagnaro:” Papagheno” e  “La regina della notte”. Poi l‘applauditissimo  Clocks dei Coldpay e gran finale con Summer Stomp. Hanno concluso il concerto finale i ragazzi dell’Orchestra “C”, con il Canone di Pachelbel, l Pavane di G. Fauré, Il primo tempo della Sinfonia dei giocattoli di J. Haydn e gran finale con Libertango di A. Piazolla.

Che dire sono molto orgogliosa del grande impegno dei RitmeaStrings…continuate così!!! Ci aspetta il Congresso internazionale ESTA a Cremona, dove è prevista un’orchestra formata da bambini, ragazzi, insegnanti … 1000 musicisti nella piazza della Città degli strumenti ad arco. E nel 2018…chissà….